X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.
calendario
ago
set
ott
nov
dic
gen
feb
mar
apr
d
01
l
02
m
03
m
04
g
05
v
06
s
07
d
08
l
09
m
10
m
11
g
12
v
13
s
14
d
15
l
16
m
17
m
18
g
19
v
20
s
21
d
22
l
23
m
24
m
25
g
26
v
27
s
28
d
29
l
30
mag
m
01
m
02
g
03
v
04
s
05
d
06
l
07
m
08
m
09
g
10
v
11
s
12
d
13
l
14
m
15
m
16
g
17
v
18
s
19
d
20
l
21
m
22
m
23
g
24
v
25
s
26
d
27
l
28
m
29
m
30
g
31
giu
v
01
s
02
d
03
l
04
m
05
m
06
g
07
v
08
s
09
d
10
l
11
m
12
m
13
g
14
v
15
s
16
d
17
l
18
m
19
m
20
g
21
v
22
s
23
d
24
l
25
m
26
m
27
g
28
v
29
s
30
lug
d
01
l
02
m
03
m
04
g
05
v
06
s
07
d
08
l
09
m
10
m
11
g
12
v
13
s
14
d
15
l
16
m
17
m
18
g
19
v
20
s
21
d
22
l
23
m
24
m
25
g
26
v
27
s
28
d
29
l
30
m
31
ago
m
01
g
02
v
03
s
04
d
05
l
06
m
07
m
08
g
09
v
10
s
11
d
12
l
13
m
14
m
15
g
16
v
17
s
18
d
19
l
20
m
21
m
22
g
23
v
24
s
25
d
26
l
27
m
28
m
29
g
30
v
31
set
s
01
d
02
l
03
m
04
m
05
g
06
v
07
s
08
d
09
l
10
m
11
m
12
g
13
v
14
s
15
d
16
l
17
m
18
m
19
g
20
v
21
s
22
d
23
l
24
m
25
m
26
g
27
v
28
s
29
d
30
ott
l
01
m
02
m
03
g
04
v
05
s
06
d
07
l
08
m
09
m
10
g
11
v
12
s
13
d
14
l
15
m
16
m
17
g
18
v
19
s
20
d
21
l
22
m
23
m
24
g
25
v
26
s
27
d
28
l
29
m
30
m
31
nov
g
01
v
02
s
03
d
04
l
05
m
06
m
07
g
08
v
09
s
10
d
11
l
12
m
13
m
14
g
15
v
16
s
17
d
18
l
19
m
20
m
21
g
22
v
23
s
24
d
25
l
26
m
27
m
28
g
29
v
30
dic
s
01
d
02
l
03
m
04
m
05
g
06
v
07
s
08
d
09
l
10
m
11
m
12
g
13
v
14
s
15
d
16
l
17
m
18
m
19
g
20
v
21
s
22
d
23
l
24
m
25
m
26
g
27
v
28
s
29
d
30
l
31
Nuova Guida d’architettura dell’Alto Adige
Bolzano, 18.7.2013: La Fondazione Architettura Alto Adige presenta la nuova Guida d'Architettura dell'Alto Adige in una conferenza stampa. La curatrice del progetto è l'architetto Kathrin Schiefer.

Dagli anni Novanta del secolo scorso in poi, l’edilizia altoatesina ha conosciuto un enorme sviluppo. Stili architettonici moderni, lontani anche anni luce dal tradizionale stile alpino, caratterizzano oggi singole abitazioni e interi quartieri, edifici scolastici e culturali, sedi aziendali e strutture alberghiere. I 233 progetti selezionati documentano la cultura edilizia degli ultimi decenni e indicano la via da seguire per un’architettura consapevole e proiettata nel futuro.

“Accanto ai paesaggi mozzafiato e ai piaceri dell’ospitalità, l’architettura moderna è diventata un’altra punta di diamante dell’offerta turistica in Alto Adige. La nuova guida è un invito a curiosare tra le costruzioni degli ultimi vent’anni e a conoscere da vicino la trasformazione recente del nostro bellissimo paesaggio” spiega l'architetto Carlo Azzolini, Presidente della Fondazione Architettura Alto Adige, sottolineando l’intenzione che ha spinto alla pubblicazione della guida. L'architetto Zeno Abram, noto architetto nonché autore della prefazione, ha precisato: “Mi auguro che la Guida d’architettura possa contribuire al prestigio e alla popolarità degli architetti Sudtirolesi anche all’estero.”

Hanno partecipato alla conferenza, inoltre, i membri della commissione che ha selezionato i progetti pubblicati all’interno della Guida. La giuria era composta dagli architetti Carlo Calderan, David Stuflesser, Angelika Margesin e Zeno Abram e dal direttore editoriale di Edition Raetia, Thomas Kager. Sul processo di selezione ha commentato Angelika Margesin: “Il lavoro in commissione è stato una vera sfida soprattutto perché abbiamo potuto scegliere solo 230 tra gli 800 progetti proposti, tutti prestigiosi.”

L’architetto Wolfgang Piller, coordinatore di una guida d’architettura pubblicata nel 1993, ha ricordato un modo di lavorare molto diverso: “Per la realizzazione della guida d’architettura negli anni Novanta, ci toccava selezionare i progetti da piccole foto Polaroid attaccate a pannelli, nella vecchia Fiera di Bolzano: un compito interessante ma impegnativo. La tecnologia ha sicuramente facilitato il lavoro di selezione.” La guida del 1993, pubblicata anch’essa da Edition Raetia e all’epoca richiestissima, era ormai esaurita da anni – ecco perché vent’anni dopo, i collaboratori al progetto vanno molto fieri di questa nuova e attuale Guida all’architettura moderna dell’Alto Adige.

La nuova Guida d’architettura dell’Alto Adige può essere acquistata nelle librerie dell'Alto Adige, in Austria, Germania e Svizzera ed attraverso il sito internet della casa editrice Raetia e il portale Amazon.
Premio d’Architettura Alto Adige e Premio “Arte in Architettura – Arte nello spazio pubblico” 2013
Via al 7° Premio d’Architettura Alto Adige e al 5° Premio Arte in architettura Alto Adige organizzati dalla Fondazione Architettura Alto Adige e dal Südtiroler Künstlerbund. Il Premio è riservato ad Architetti con progetti realizzati in Provincia. I membri della giuria sono Edouard Francois (F), Axel Simon (CH), Tom Vack (USA) per il premio d’Architettura e Bernhard Liechti (CH), Eva Gratl, (Bolzano) e Silvia Dell’Agnolo (Bolzano) per il premio Arte in Architettura”. I progetti possono essere presentati entro il 6 agosto. Un novum è il premio pubblico.

Bolzano, lí 19 giugno 2013: Rappresentanti della Fondazione Architettura Alto Adige e Südtiroler Künstlerbund presentano nell´ambito di una conferenza stampa l´iniziativa 7° Premio d’Architettura Alto Adige e il 5° Premio Arte in architettura Alto Adige. Al Premio Arte in Architettura Alto Adige possono essere presentate una o più opere realizzate a partire dal 1° gennaio 2008 e concluse alla data di presentazione al premio. Il premio è riservato ad artisti, coordinatori, curatori, architetti, progettisti per opere realizzate in Provincia di Bolzano. Carlo Azzolini, Presidente della Fondazione Architettura Alto Adige: “Il Premio d’Architettura Alto Adige ha lo scopo di selezionare e far conoscere le opere di architettura realizzate in Provincia di Bolzano, capaci di interpretare le aspirazioni della gente, di impiegare le tecnologie innovative, di costruire l’ambiente migliore per la nostra vita futura.” Il Premio Arte in architettura Alto Adige premia l’opera d’arte pensata in simbiosi con il progetto architettonico.

Tutti i concorrenti devono consegnare le loro opere entro il 6 agosto 2013 (prolungato al 22.8.2013). La giuria per il premio architettura selezionerà in una prima seduta quattro progetti per categoria (public, hausing, office & industry, tourism, open spaces, interior und renovation) e sceglie poi i vincitori per categoria e il vincitore assoluto. Ai finalisti sarà dedicato ampio spazio nel numero speciale di TURRIS BABEL. La giuria è composta da Edouard Francois (F), Axel Simon (CH), Tom Vack (USA) per il premio d’Architettura e Bernhard Liechti (CH), Eva Gratl, (Bolzano) e Silvia Dell’Agnolo (Bolzano) per il premio Arte in Architettura”..

Oltre ai primi tre premi assoluti per questa edizione del Premio Architettura sarà assegnato un premio per le sezioni tematiche “Architettura pubblica”, “Architettura residenziale”, “Architettura industriale e commerciale”, “Architettura del turismo”, “Paesaggio e infrastrutture” e “Interni”. Il Premio d’Architettura Alto Adige consiste in una targa e sarà assegnato ai primi tre assoluti e al primo di ogni categoria. Il Premio Arte in architettura Alto Adige è di EUR 5.000 ed è distribuito a discrezione della giuria.

Il Premio d’Architettura Alto Adige e il Premio Arte vengono organizzati dalla Fondazione Architettura Alto Adige e il Südtiroler Künstlerbund. Danno il patroncinio della ripartizione natura, paesaggio e sviluppo territoriale della Provincia Autonoma di Bolzano, la Fondazione Cassa di Risparmio Alto Adige e dalla ditta Niederstätter AG.

Foto: team d'organizzazione (Sylvia Dell'Agnolo, Lisa Trockner, Helga Von Aufschneiter, Carlo Azzolini, Ute Oberrauch, Sascha Zoeggeler)
Obiettivo: qualità edilizia
La Fondazione Architettura Alto Adige presenta il progetto “upgrade”

16.01.2013 - Efficienza energetica nelle nuove costruzioni come nei risanamenti, è questa la parola d’ordine centrale nel dibattito architettonico contemporaneo. Non va mai dimenticato tuttavia, come l’architettura sia anche una questione eminentemente culturale. E’ in quest’ottica che il programma cultura 2013 della Fondazione Architettura Alto Adige intende indicare tracce e obiettivi per contrastare la superficialità spesso dilagante negli interventi di nuova edilizia e di risanamento. Con il progetto “upgrade - storie di case, storie di persone”, quest’anno viene trattato da vicino il tema dell’efficienza energetica nei risanamenti. “Rispondere agli attuali imperativi in fatto di fabbisogno energetico richiede da parte degli architetti un alto grado di creatività e allo stesso tempo la massima considerazione del patrimonio e delle strutture edilizie esistenti” sottolinea Carlo Azzolini, Presidente della Fonda-zione. “Non è più sufficiente soffermarsi semplicemente su sistemi isolanti a cappotto e fotovoltaico!” Si tratta di sostenibilità e responsabilità.

Efficienza energetica versus patrimonio edilizio
L’iniziativa prende il via giovedì 24 gennaio 2013, nell’ambito della Fiera KlimaHouse, dove nel corso di un convegno verranno affrontati approcci intelligenti al rinnovo del patrimonio abitativo esistente, in una comune riflessione alla ricerca dei modi e delle forme in cui potrebbero e dovrebbero essere riscritte le regole per un migliore modus per risanamenti nell’edilizia. Interverranno Peter Erlacher, autore del libro „ Risanare l‘esistente “ e docente presso la Libera Università di Bolzano, l’architetto Viviana Ferrario, docente dell’Università IUAV di Venezia, il professore Walter Hauser dell’ Università di Architettura di Innsbruck e Politecnico di Milano e Ulrich Klammsteiner, direttore dei servizi tecnici dell’Agenzia CasaClima.
Il convegno è rivolto al più vasto pubblico di interessati, dai progettisti ai committenti, dai funzionari della pubblica amministrazione agli studenti e ai ricercatori e cittadini interessati al tema.
Iscrizione attraverso il sito della fiera di Bolzano (http://www.fierabolzano.it/klimahouse/forum.htm) o attraverso il sito della Fondazione Architettura (http://www.arch.kultura.bz.it/)

Giornata di consulenza KlimaHouse - La consulenza dell’Ordine degli Architetti
L’Ordine degli Architetti partecipa assieme alla CasaClima, l’APA, l’ente ai beni culturali e l’ Ufficio Risparmio energetico della Provincia Autonoma di Bolzano, anche alla Giornata di Consulenza sul tema dell’efficienza energetica, indetta dalla Fiera di Bolzano per sabato 27 gennaio 2013, sempre nell’ambito della Fiera KlimaHouse, e rivolta in particolare alle famiglie. I rappresentanti dell’Ordine degli Architetti saranno a disposizione del pubblico per una consulenza a 360 gradi, obiettiva e non commerciale, spaziando dalla nuova costruzione al risanamento, dall’adeguamento tecnico fino alla messa a punto e all’ottimizzazione degli interventi. La consulenza avra luogo nella sala Elena Walch nel centro convegni della fiera di Bolzano dalle ore 9 alle ore 18 e sarà offerta a titolo gratuito.
Contemporaneamente si terranno due relazioni con il titolo “risanamento energetico a misura” con esempi di interessanti realizzazione.

Attraverso l’efficienza energetica, identità e sostenibilità
Il progetto moderno implica il saper coniugare l’innovazione tecnica ad ogni ambito funzionale, sia nelle nuove costruzioni come nei risanamenti. A fianco della qualità energetica vanno però sempre considerate anche le disposizioni interne e le sistemazioni esterne, il valore abitativo e il conseguente benessere. Per divulgare tutto ciò nella forma più concreta possibile la Fondazione Architettura Alto Adige organizza per marzo e aprile una serie di itinerari di visita guidati presso esempi rappresentativi di case ed abitazioni risanate dal punto vista energetico. I proprietari metteranno apriranno i loro ambienti privati alla visita gli ospiti, comunicando la loro esperienza abitativa e rispondendo alle domande dei visitatori.

Appuntamenti:
2 marzo - Bolzano centro storico
9 marzo - Bolzano centro
16 marzo - Bolzano Don bosco
6 aprile - Val Venosta
13 aprile - Val Pusteria
Ulteriori informazioni saranno comunicate in seguito.

Linee guida per il risanamento energetico
Venerdi 19.aprile 2013 il tema dell’efficienza energetica, affrontato dal punto di vista prettamente scientifico, sarà oggetto di un seminario di specializzazione, nel quale una trentina fra tecnici e specialisti sbroglieranno il bandolo della matassa del risanamento energetico in edilizia, analizzandone lo stato dell’arte. I temi sono:
- miglioramento dell’involucro
- miglioramento dell’efficienza degli impianti
- uso di energie alternative

Le conclusioni saranno presentate il 24 maggio alle ore 17.00 nel corso di un incontro aperto al pubblico.
24.09.2012 - Nell’ambito dell’ Innovation Festival di Bolzano, gli Ingegneri e gli Architetti danno il loro particolare contributo al dibattito, in un convegno dal titolo “Progettare l’innovazione”, in programma alla Sala di rappresentanza del Comune alle ore 17 di venerdi 28 settembre 2012.
Come lo fanno?

Raccontando e discutendo con il pubblico l’esperienza ormai decennale di quello che si è realizzato in Alto Adige in materia di efficienza energetica. Hanno scelto cinque relatori qualificati, qui del luogo, scelti tra quelli che si sono maggiormente impegnati sul tema, a portare le loro valutazioni su progetti e realizzazioni, evidenziando anche criticità ed errori, insieme alle positività che certamente il nostro territorio ha sperimentato, prima degli altri, sul tema riduzione dei consumi energetici.

Stefano Fattor farà un quadro dell’intricata selva normativa europea, italiana e provinciale, Kurt Egger filosofeggerà sui rapporti tra architettura e sostenibilità, Marina Bolzan illustrerà la sua particolare esperienza maturata sul tema impianti, mostrando alcuni esempi illuminanti, Michele Carlini aprirà il campo facendo un bilancio energetico dei consumi e delle produzioni dell’intera città di Bolzano con le nuove potenzialità del termovalorizzatore, Manuel Benedikter entrerà nel merito di alcune realizzazioni evidenziando la complessità dei parametri tecnici e ambientali di cui il progetto deve tenere conto.
Fungerà da moderatore, nel dibattito che di sicuro si aprirà al termine delle relazioni, Lukas Abram, già Presidente dell’Ordine.

Tutti certamente insieme per sottolineare che la progettazione è e sarà il cuore pensante di qualunque innovazione: soprattutto la progettazione intesa come integrazione tra tutte le competenze e tecnologie del mondo delle costruzioni.